La posta del cuore: gelosone

Sono una sposina afflitta da insana gelosia

Le scrivo questa lettera in preda allo sconforto: sono una grande appassionata di ballo liscio, ma devo combattere col mio sposo che è siciliano e geloso da morire.

Lui non balla perché ha i piedi dolci  e non mi ha mai portata in un dancing anche quando eravamo fidanzatini di primo letto per la paura che guardassi gli altri maschi.

Da un annetto, dopo innumerevoli discussioni, ha accettato ad accompagnarmi a ballare, ma una sola volta al mese e solo al Rifrullo, una balera che ha selezionato lui dopo accurati studi.

Si è convinto perché certi suoi parenti siciliani gli hanno raccontato che lì ballano  la mazurca e la polca filuzziana che in origine veniva ballata tra uomini e  che si caratterizza per la presenza di figure staccate come i denzi, i mezzi denzi e le piroette, tutte figure faticose che non inducono in tentazione gli uomini perché sono troppo indaffarati a correre e saltare.

Inoltre nei balli alla filuzzi la coppia si muove in continuazione e velocemente così non c’è modo che il ballerino di turno stringa o palpi la dama. Per questo mi porta al Rifrullo.

Lui sta seduto vicino alla pista e mi lascia ballare però vuole controllare tutti i maschi che mi chiedono,  fa loro un esamino orale e li squadra da capo a piedi e dà o meno la sua approvazione. Poi non mi leva gli occhi di dosso durante tutto il tempo del ballo e mi viene a riprendere in mezzo alla pista appena la musica finisce. Sapessi quanti ne ha scartati e quanti ballerini non vengono più a chiedermi sapendo di dover affrontare questo severo controllo.

L’unico che a lui va bene è un suo prozio materno, un povero vecchio senza denti che fatica a tenersi in piedi e che non è in grado  di fare le piroette  e tanto meno il caratteristico frullone finale che a me piace tanto perché fa girare la testa.

Ora io le chiedo: come posso fare per divertirmi un pochino di più senza fare ingelosire il mio asfissiante consorte.

———————————————————————————————————————

 Mia afflitta

La tua storia mi riporta alcuni anni addietro quando me la facevo con una sposina che aveva un marito gelosissimo di Cantù. L’aveva talmente infastidita nella sua costrizione alla  reclusione che ella non trovava di meglio che farmi salire dal terrazzo dei vicini per tenerle un poco di sana e vivace compagnia.

Quante fughe ho dovuto fare quando lui improvvisamente rientrava dall’ufficio e noi eravamo affaccendati sul più bello.

Tutto ebbe termine quando, una di quelle volte di rientri anticipati, saltando giù dal balcone mi ruppi tarso e metatarso del piede destro e mi salvai miracolosamente  strascicandomi fino al motorino che avevo posteggiato dietro l’angolo.

Fu tale la paura che decidemmo di comune accordo di non vederci più, ma ancora oggi la sposina, nel frattempo cresciuta, mi  manda biglietti di ringraziamento per Natale.

Che bei ricordi !

Ma veniamo a noi.

E’ difficile convincere un marito geloso che non si fa niente di male a farsi stringere un po’ durante il ballo, fa parte della coreografia e per noi maschietti c’è molto più gusto quando si brancica la ballerina,

Anche per eseguire una buona mazurca alla filuzzi è necessaria una simbiosi col partner da affinare con l’esercizio, oltretutto questa tecnica particolare non è adatta a vecchi mosci, ma a giovanotti birbanti.

Per tua fortuna tra i nostri volontari del SAMBA ci sono un paio di maschietti un poco fluvi che sono soliti  ballare in coppia maschile secondo le antiche tradizioni filuzziane, in verità ballano in coppia anche il tango e la bachata, ma questa è un altra storia legata alle loro preferenze sessuali.

Ebbene dovrebbero costituire una garanzia per il tuo geloso consorte e, se necessario, per farlo stare tranquillo potremmo dotarli di certificato di autenticità omosessuale.

Per te sarebbe una buona soluzione perché si tratta di due energici e provetti danzatori che, partendo dalla filuzzi potrebbero farti ballare anche tutto il resto e trascinarti in un vorticoso frullone finale. Formereste un trio fantastico e tuo marito si potrebbe fare una birretta con animo tranquillo e rilassato.

Per correttezza deontologica devo precisare che uno dei due compari non è propriamente omo, ma più esattamente bisessuale, in altre parole gli vanno benone sia maschi che femmine, ma questo particolare ti conviene non starlo a raccontare a quel gelosone  del  tuo sposo che tanto non capirebbe e creerebbe un mucchio di problemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.