Facebook

Cosa c’entra Facebook con il ballo ?

anche niente di per sé , si è ballato per secoli senza sentire il bisogno di farlo sapere agli altri, ma il non farlo sapere agli altri, oggi, in questo folle mondo di bugie e social, equivale a non fare una certa cosa, non  esistere, scomparire nell’anonimato.

Ed ecco che ogni podio ogni risultato, ogni vestito, acconciatura, passo, figura, ogni sorriso ogni posa un po’ elastica, una sciancata e una moina leziosa, ogni diploma, medaglia, coppa o distintivo  viene pubblicata e sbandierata, sennò che la si è fatta a fare ? A chi si racconta ?

Allora ogni lunedì mattina compare sui profili dei ballerini una foto di coppia in posa tragica e sotto la nota relativa:

“Contento di  essere arrivato primo / secondo / quarto / in finale / in semifinale / sul podio / di aver partecipato (significa che è andata male) ”

A  volte si aggiunge la specifica dei partecipanti, è infatti fondamentale la relatività del piazzamento in base al numero: pare sia preferibile arrivare quarantesimi in una massa informe di cento asini che secondi in una gara a due coi campioni del mondo, tanto la “gente” capisce solo i numeri:

 “oggi dodicesimi su quarantaquattro / ventiduesimi su novanta / settimi su trentadue / (e perfino)  centosessantesimi su duecentoventidue”

oppure

“emozionati per la nostra prima gara in B3 / C /  B2 / A / AS / Z / W / Y eccetera “

come se un estraneo capisse qualcosa  della differenza tra classi di ballo, ma anche

“un grazie ai miei  maestri / alla mia ballerina / al mio ballerino / ai nostri tifosi”

Una profusione di foto e di commenti, di “mi piace”, di cuoricini e di “belli” e di “bravi”. Una valanga variopinta, una epifania di emozioni vere e tarocche. Premesso che non sono contrario ai complimenti, anzi mi piace un sacco farli e riceverli a voce, è andata che per il sovraccarico di noia in un giorno di pioggia ho silenziato tutti i post Facebook dei ballerini (non fateglielo sapere che sono permalosi assai)  e così mi sono liberato di inutili e stucchevoli autocelebrazioni in abito di gala.

Finalmente soddisfatto della pulizia etnica mi sono ritrovato fra le mani una bella foto mia e di mia moglie in una posa di ballo che mi entusiasma ..……… e  adesso ????? mica posso metterla  io su Facebook , altrimenti la coerenza dove va  a finire ?

Cazzo, è un vero dilemma !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.